Home   >   Edizione 2008   >   Workshop

Workshop

IL DOCUMENTARIO COME FENOMENO CULTURALE, POLITICO E SOCIALE
a cura di Darwin Pastorin
(direttore testate sportive La7)

Calcio e politica, calcio e letteratura, calcio e rivoluzione. Darwin Pastorin, Teo De Luigi, con il suo documentario e l’ex fuoriclasse italo-brasiliano Angelo Benedicto Sormani ci riconducono a quel 1968, anno memorabile della nostra storia sportiva e sociale: per poi assistere, con il pubblico, alla diretta di Italia-Romania, secondo impegno della nostra Nazionale all’Europeo 2008 in Svizzera e Austria.


L'URLO DEL '68
di Teo De Luigi
raccontato da Adriano Sofri
durata 35’

Nel 1968 la Nazionale italiana di calcio vince per la prima e unica volta il Campionato Europeo, ma la memoria comune ne conserva un labile ricordo. Perché? Forse la nascita del movimento studentesco, le lotte operaie, la guerra del Vietnam, gli assassinii di M.L. King e di R. Kennedy, misero in secondo piano il calcio?
È una storia che Adriano Sofri racconta dalla condizione attuale di detenuto e parte direttamente dal “campetto” del carcere, dove si misura attivamente col gioco del calcio.
Ritorna sugli anni che lo videro protagonista della vita politica, con la formazione di Lotta Continua e li affronta senza infingimenti o ritrosie, sottolineando episodi inediti come inedito è il punto di partenza: riflettere su quegli anni attraverso il filtro di ciò che ha sempre rappresentato il calcio in Italia, termine di paragone o cartina di tornasole degli avvenimenti sociali e politici del nostro paese e non solo. Così come i “vecchi” nazionali di allora, (da Zoff a De Sisti a Burgnich, ecc.) si ritrovano davanti alla loro impresa-tv come davanti a uno specchio in bianco e nero.